Crea sito

Archive for maggio, 2015

PIZZA DI CICCIO PIZZA

INGREpizza ai fiori di zucca, ricotta, salame e provola ciccio pizzaDIENTI PER L’IMPASTO
250 G DI FARINA 00
125 ML DI ACQUA
UN PIZZICO DI SALE
UN CUCCHIAIO DI OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA
1.versare nella ciotola l’acqua a temperatura ambiente
2.unire 3 g di lievito di birra
3.aggiungere l’olio extravergine di oliva
4.aggiungere la farina fino a comporre un composto cremoso
5.aggiungere il sale
6.continuare a miscelare gradualmente la farina fino a che non finisce
7.coprire con un canovaccio o pellicola e lasciare riposare per 8 ore
8.stendere l’impasto fino a formare un disco

INGREDIENTI PER IL CONDIMENTO
3 G DI LIEVITO
180 G DI RICOTTA
10 FIORI DI ZUCCA
😯 G DI PROVOLA
80 G DI SALAME DOLCE
BASILICO, SALE E PEPE Q.B.
9.condire la ricotta con sale e pepe
10.inserire la ricotta in un sac à poche e riempire il bordo della pizza, richiudendolo
11.aggiungere i fiori di zucca
12.spalmare la ricotta anche nel mezzo della pizza come fosse salsa di pomodoro
13.aggiungere provola, salame, pepe, basilico e altri fiori di zucca
14.sul bordo del cornicione spalmare l’emulsione di acqua e olio
(Tre quarti di olio e un quarto di acqua)
15.cuocere tutto a 200° per circa 20′ in forno preriscaldato
16.a fine cottura guarnire con i restanti fiori di zucca aprendoli bene con le mani e del basilico

TORTA AL PISTACCHIO (DETTO FATTO)

Ingredienti per il pan di spagna: 3 uova, 60g di farina00, 20g di fecola, 75g di zucchero, la scorza grattugiata di mezza aranciatorta-al-pistacchio-. Procedimento: montare in planetaria con la frusta le uova, lo zucchero e la scorza di arancia, separatamente mescolare e setacciare la farina con la fecola, a schiuma stabile, incorporare delicatamente la farina e la fecola, versare in una tortiera, cuocere a 200° per 20′ circa.

Ingredienti per la crema: 240g di panna, 150g di mascarpone, 50g di pasta al pistacchio, 25g di zucchero. In planetaria sciogliere lo zucchero nella panna fresca, versare il mascarpone e la pasta al pistacchio e montare.  Ingredienti per la bagna al mandarino: 150g di liquore al mandarino e 75g di acqua. Tagliare il pan di Spagna orizzontalmente in due dischi, bagnare il primo disco con la bagna al mandarino, farcire con uno strato sottile di crema, posizionare l’altro disco e riinzuppare con la bagna, spalmare i bordi della torta con la crema della farcitura.

Ingredienti per la decorazione: 5 fragole, 100g di granella di pistacchio, zucchero a velo qb. Bisogna cospargere sopra la granella di pistacchio e nella parte superiore della torta, creare dei ciuffi di crema con il sac à poche munita di bocchetta Saint Honorè quindi posizionare qualche pezzettino di fragola , spolverare con zucchero a velo e il gioco è fatto. Buon appetito!

CIAMBELLONE… il dolce di Franco Aliberti (DETTO FATTO)

INGREDIENTI PER L’IMPASTO
4 UOVA
300 G DI ZUCCHERO
MEZZO BACCELLO DI VANIGLIA ciambellone detto fatto
UN G DI SALE
160 G DI OLIO D’OLIVA
200 G DI FRAGOLE
250 G DI FARINA 00
80 G DI FECOLA
1.Montare le uova con lo zucchero, vaniglia e sale
2.Unire a filo l’olio d’oliva
3.unire il succo di fragole
4.aggiungere la farina e la fecola setacciati
5.Inserire nello stampo e cuocere a 170° per 25′ circa

INGREDIENTI PER LA CREMA LEGGERA ALLE FRAGOLE
20 G DI SCARTI DI SUCCO DI FRAGOLE
10 G DI MIELE
10 G DI COLLA DI PESCE
350 G DI CIOCCOLATO BIANCO
20 G DI BURRO DI CACAO
400 G DI PANNA LIQUIDA
100 G DI ACQUA
6.mettere i semini in un po’ d’acqua. In questo modo creeremo un’acqua aromatizzata alle fragole
7.Portare a bollore l’acqua con il recupero del succo di fragole
8.Lasciare in infusione per 10 minuti
9.Filtrare e unire il miele
10.aggiungere la colla di pesce già messa in acqua fredda
11.Versare sul cioccolato fuso emulsionando a mano
12.Aggiungere infine la panna liquida fredda e mixare
13.mettere in un contenitore ermetico e lasciar in frigo a raffreddare

INGREDIENTI PER LA GLASSA
50 G DI ZUCCHERO
5 G DI COLLA DI PESCE
400 G DI CIOCCOLATO BIANCO
100 G DI SUCCO DI MIRTILLO
100 G DI ACQUA
14.portare a bollore acqua e zucchero
15.sciogliere la colla di pesce
16.emulsionare con il cioccolato
17.Per colorarla sporcare con succo di mirtillo
18.tagliare in due orizzontalmente la ciambella
19.farcirla con la crema
20.glassarla

Biscotto al gelato

Hai solo bisogno di tre cose.  Confettini colorati, biscotti per gelato e gelato di tuo gusto. Basta farcire il biscotto gelato con il gelato spruzzare i confettinigelato biscotto e il gioco è fatto. Si può spingere un bastone ghiacciolo nelle estremità.                                                  Così facile, anche  vostro marito i bambini possono farlo! 😉

RAGU’ ALLA GENOVESE NAPOLETANA

Il ragù alla genovese, sebbene il nome possa trarre in inganno, è un piatto tipico della tradizione napoletana.     Per preparare un vero ragù alla genovese seguite la ricetta che vi proponiamo.

Tritare 1 gambo di sedano, tagliare a mezzaluna 2 carote e tagliare a fettine sottili 1 kg di cipolle bianche.
Scaldare in una casseruola 50 gr di burro e 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva, unire le carote e il sedano e poi 1 kg di carne bovina (girello), sfumandola con 1 bicchiere di vino bianco.
Unire le cipolle, 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro, sale, pepe, un mestolo di acqua calda e lasciar cuocere coperto e a fuoco basso per circa 2 ore. Mescolare spesso e aggiungere qualche mestolo di acqua calda, nel caso il sugo risultasse troppo asciutto.

Togliere la carne dalla casseruola, tenendola come seconda portata e condire con il ragù alla genovese il tipo di pasta che si preferisce. Ziti, possibilmente spezzati a mano, penne, rigatoni, paccheri…

Consiglio:  L’odore pregnante della cipolla, lasciata a cuocere per ore in pentola, si diffonde rapidamente per tutta la casa, invade tende, vestiti e divani per poi riversarsi in strada per la “gioia” dei passanti. In realtà c’è una soluzione a quella che potrebbe sembrare un’inevitabile e necessaria conseguenza. Un’usanza conosciuta a Napoli da donne anziane è in grado di limitare la diffusione della puzza di cipolla: basterebbe immergerle in acqua ed aceto prima di procedere alla cottura. Oltre ad una riduzione drastica della puzza, le cipolle così trattate manterranno un colorito biancastro anche dopo la cottura, e nemmeno alle classiche lacrime se tagliata.sugo alla genovese

La TORTA AL LIMONE di Franco Aliberti (DETTO FATTO)

INGREDIENTI PER LA TORTA AL LIMONE torta al limone
2 UOVA
2 SCORZE DI LIMONE SECCO
80 G DI ZUCCHERO
10 G DI MIELE
20 G D’ ACQUA
60 G DI SUCCO DI LIMONE SECCO (3 limoni)
50 G DI OLIO EXTRA VERGINE D’OLIVA
80 G DI FARINA 00
3 G DI LIEVITO
2 G DI SALE
1.In planetaria montare le uova con zucchero, buccia di limone, miele e il sale
2.Quando il tutto risulterà ben montato, unire delicatamente a filo i liquidi: acqua, succo di limone e olio
3.Setacciare la farina e il lievito
4.Unirle delicatamente alla montata
5.Mettere il composto in uno stampo
6.Cuocere in forno 165° C per 40 minuti circa

INGREDIENTI PER LA CREMA AL LIMONE
100 G DI LATTE
100 G DI ACQUA
LA SCORZA DI UN LIMONE SECCO
50 G DI ZUCCHERO
20 G DI SUCCO DI LIMONE SECCO
2 TUORLI
20 G DI AMIDO DI MAIS
UN G DI SALE
7.in un pentolino riscaldare l’acqua, il latte, la scorza di limone e lo zucchero
8.nel frattempo, a freddo, creare una pastella unendo il succo di limone, i tuorli, l’amido di mais e il sale
9.stemperare la miscela fredda con quella calda
10.unire il tutto in pentola e portare a bollore
11.versare su teglia coperta con pellicola
12.lasciar raffreddare in frigo per 30 minuti circa

INGREDIENTI PER LA MERINGA VELOCE
2 ALBUMI
2 GOCCE DI LIMONE
150 G DI ZUCCHERO A VELO
13.montare gli albumi con il limone
14.aggiungere lo zucchero a velo
15.tagliare a metà la torta
16. alternando la crema al limone e la meringa, sulla parte superiore della torta creare la sezione di un limone.

GELATO AL TIRAMISU’

 

 Ingrediengelato-al-tiramsiù-ti per 12 gelati

Per il biscotto: 540 gr di albume, 360 gr di tuorlo d’uovo, 500 gr di zucchero semolato, 500 gr di farina, 100 gr di zucchero a velo

Per la crema: crema pasticcera, cioccolato bianco, mascarpone, panna montata, mascarpone, caffè macinato

Inoltre caffè e cacao in polvere

Preparazione

Montiamo gli albumi con lo zucchero semolato, uniamo i tuorli e la farina setacciata. Mescoliamo bene e versiamo nella tasca del pasticcere.

Adagiamo 12 stecchi di legno sulla carta forno e con la tasca del pasticcere realizziamo su ogni metà degli stecchi i biscotti di forma ovale. Spolverizziamo con zucchero a velo e mettiamo in forno a 220° per massimo 10 minuti. Facciamo raffreddare.

Scaldiamo la crema pasticcera, uniamo il cioccolato bianco fuso e poi un po’ di panna montata e un mascarpone. Aggiungiamo anche pochissimo caffè macinato, amalgamiamo bene.

Con il caffè bagnamo leggermente i biscotti e sempre con l’aiuto della tasca e bocchetta liscia distribuiamo uno strato di crema.

Mettiamo nel congelatore.

Prepariamo la copertura: sciogliamo del cioccolato a bagnomaria con un po’ di burro e mescoliamo bene.

Togliamo i biscotti dal congelatore e tenendoli dallo stesso li ricorpiamo con il cioccolato.

Completiamo con il cacao in polvere e serviamo.

FARFALLE AL SALMONE E ZUCCHINE

IngredFarfalle-al-Salmone-con-zucchine-ienti per 4 persone:
300g pasta farfalle
200g di zucchine
200g di mozzarella
160g di salmone affumicato
80ml di olio extravergine di oliva
1 limone
prezzemolo
sale
pepe

Preparazione:
Cuocete la pasta, poi raffreddatela in acqua fredda. Nel frattempo tagliate le zucchine a rondelle, la mozzarella a cubetti e le fette di salmone a julienne. Spremete mezzo limone e mescolatelo con sale, pepe e olio. Poi scolate la pasta e conditela con gli ingredienti precedentemente preparati. Per finire, decorate con prezzemolo.

RICCI DI PANE RIPIENI

dolce-riccio

Preparate della pasta per pizza o acquistate l’impasto già pronto. Preparate per ogni riccio una palla di pasta leggermente appuntita in avanti e arrotondata indietro, con palline più piccole realizzate le zampette. Prima di chiudere la palla di pasta di pane mettere all’interno del ripieno, che potrete scegliere secondo i vostri gusti. Salsa di pomodoro e mozzarella, prosciutto cotto e funghi, salsa piccante, qualsiasi cosa andrà bene. Con delle forbici “pizzichiamo” l’intero impasto per creare gli aculei. Lasciate libera solo la parte in avanti a punta, dove realizzeremo con delle olive o pepe, occhi e musetto. Mettete in forno a 200° circa 25 minuti e servite con un filo d’olio extra vergine d’oliva.

 

CREMA PASTICCERA

crema pasticcera

Ingredienti:
4 tuorli d’uovo non freddi di frigorifero
1/2 litro di latte intero possibilmente del tipo fresco
una stecca di vaniglia (oppure un “tappo di estratto”, o 1 bustina di vanillina se proprio non si ha altro tipo di vaniglia)
150 gr di zucchero semolato
35 gr di farina + 25 gr. di fecola di patate
scorza di limone
due cucchiaini di succo di limone (facoltativo)
Strumenti:
1 frusta a mano (o elettrica)
un recipiente per pesare i liquidi
una bilancia di precisione
una terrina con fondo arrotondato (possibilmente)
un pentolino di acciaio di capienza sufficiente

Procedimento:
Рpesare il latte e porlo sul fuoco a scaldare insieme alla scorza di limone sino a toccare quasi il bollore. Se si ̬ scelto di usare il baccello di vaniglia, prelevare i semi della vaniglia e metterli nel latte insieme alla scorza ( in caso di vanillina o estratto ̬ meglio unire al latte dopo aver spento il fuoco);
– nella terrina porre lo zucchero e anche i tuorli;
– con una frusta sbattere zucchero e uova (io uso una frusta a mano), preferibilmente poggiando la terrina sopra al tegame con il latte in cottura, in modo da consentire al composto di “spumare” meglio;
– unire la farina e la fecola (precedentemente setacciate) e continuare a frustare (infatti la fecola si scioglie solo a freddo);
– quando il latte ha toccato il bollore, toglierlo dal fuoco ed eliminare la bacca di vaniglia (questa bacca può essere messa dentro al contenitore con lo zucchero per renderlo profumato), aggiungerne una parte alle uova sbattute (due terzi, circa) e mescolare;
-versare questo composto liquido dentro al pentolino e riporlo sul fuoco al minimo;
– con l’ausilio della frusta manuale, mescolare di continuo la crema sul fuoco, girando bene e toccando il fondo, fino alla densità desiderata;
– trasferire la crema dentro una teglia (non contenitore profondo) di acciaio o di vetro e coprirla con della pellicola in modo da toccare la crema (la pellicola dev’essere del tipo che può stare a contatto con cibi caldi);
Рporre in frigorifero immediatamente perch̬ si sviluppano subito i batteri.
Questa crema, detta pasticciera, è la base unica per fare moltissime altre creme dai gusti praticamente infiniti!

Ricordate che :
– la crema continua a cuocere, quindi non lasciatela dentro al tegame usato per la cottura;
– la crema, più si raffredda, più si restringe, perciò calcolate anche questo per evitare che sia troppo densa.

Search