Crea sito

Archive for luglio, 2015

PATATE SABBIOSE

Ingredienti (per 4 perpatate-sabbiosesone)

  • 800g patate
  • 8 cucchiai di pangrattato
  • 2 rametti di rosmarino
  • 3-4 foglie di salvia
  • 1 cucchiaino di sale
  • olio evo
  • pepe q.b.

Procedimento

Lavare e sbucciare le patate, quindi tagliarle a spicchi o a tocchetti (secondo i gusti personali). Lessarle in acqua bollente per 10 minuti. Tritare finemente la salvia e il rosmarino. In una ciotola mescolare il pangrattato, le erbe aromatiche, il sale e un pizzico di pepe. Scolare le patate e passarle nel pangrattato. Ungere una teglia da forno con l’olio e versarvi sopra le patate. Cuocere a 200° in forno preriscaldato per 20-25 minuti mescolando di tanto in tanto. Servire calde.

Sorbetto al limone

E’ il classico dolce dell’estate perché disseta e ha pochissimi grassi.                                                                                                Ingrediensorbetto-al-limoneti per 4 persone:
– 4 limoni grandi
– 80 g di zucchero
– 200 ml di panna fresca
– 4 foglie di menta

Preparazione:
Premete i quattro limoni, aggiungete lo zucchero e mescolate fino a scioglierlo completamente. Trasferite il liquido ottenuto in una terrina e mettete nel congelatore per un paio d’ore.
Montate a neve la panna, frullate il composto di limone e amalgamateli tra loro.
Rimettete tutto nel freezer per un paio d’ore, durante le quali abbiate cura di mescolarlo più volte.
Dividete il composto in quattro coppette di vetro, decorate con una fogliolina di menta e servite.

Cheesecake fredda in bicchiere

Un dolce estivo ideale per concludere una serata d’estate con gli amici.                                                                                       Ingredientcheesecake fredda in bicchierei per 4 persone.
– 200 g formaggio tipo Philadelphia
– 2 cucchiai di zucchero a velo
– 200 ml di panna montata
– 20 biscotti secchi
– una tazzina di latte
– 250 g di frutta fresca tipo macedonia (kiwi, melone, fragole)

Preparazione:
Bagnate i biscotti sbriciolati con il latte e divideteli in quattro bicchieri.
Amalgamate il formaggio con i cucchiai di zucchero a velo, aggiungete la panna e mescolate con un cucchiaio di silicone.
Dividete la crema ottenuta nei quattro bicchieri e conservate in frigorifero.
Prima di servire decorate con la macedonia di frutta fresca.
Gustate con un calice di vino bianco dolce e leggermente frizzante.

Un suggerimento per gli amanti del caffè:
Bagnate i biscotti sbriciolati nel caffè, sostituite la macedonia di frutta con una manciata di chicchi di caffè e decorate con polvere di cacao amaro: avrete una cheesecake fredda dal gusto inebriante.

Uova cotte in cocotte di zucchina

INGREDIENTI x 4

  • 4

    zucchine tonde

  • 4

    uova

  • 150 gr

    di Emmentaler

  • 100 gr

    di prosciutto cotto sminuzzato

  • 1 fetta

    di pane in cassetta

  • 1 ciuffo

    di prezzemolo

  • olio extra vergine d’oliva

  • sale

  • pepe

zucchine

PREPARAZIONE

Inserite le fette di prosciutto in un mixer e frullatele brevemente. Tagliate il pane in cassetta a dadini e tostatelo, in padella o in forno a 180° per circa 4-5 minuti fino a quando non risulterà croccante. Tritate finemente il prezzemolo e grattugiate l’Emmentaler con una grattugia a maglie fini.

Con un coltellino incidete la parte superiore delle zucchine con un taglio a zig zag in modo da poter eliminare la calotta. Con l’aiuto di uno scavino eliminate poi la polpa interna. Quando avrete svuotato tutte le zucchine cuocetele al vapore per circa 10 minuti fino a farle ammorbidire.

Nel frattempo amalgamate in una ciotola il formaggio grattugiato, il prosciutto, i dadini di pane e il prezzemolo.

Quando le zucchine saranno cotte, salate e pepate l’interno e riempitele con la farcia lasciando però un po’ di spazio per l’uovo.

Rompete le uova (per facilitarvi potete romperne una alla volta in una ciotolina) poi versate un uovo in ogni zucchina. Condite con altro sale e pepe e infornate a 180° fino a quando le uova si saranno rassodate.

Una volta cotte, trasferite le zucchine su un piatto da portata, chiudetele con la parte superiore e servitele.

Fiori di zucca ripieni di ricotta e mozzarella

Perfetti come antipasto o come secondo. Golosi e profumatissimi, conquisteranno tutti i vostri ospiti.

fiori di zucca

INGREDIENTI:

350 gr fiori di zucca, 400 gr ricotta, 100 gr parmigiano grattugiato, 300 gr mozzarella, sale, pepe, olio per friggere

Per la pastella : ½ kg di farina, 1 uovo, 400 ml di acqua, 1 cubetto di lievito di birra, sale q.b. e pepe

PREPARAZIONE:
1 Lavate bene i fiori, anche dentro e fateli asciugare. A parte preparate il composto con la ricotta, il parmigiano, il sale, il pepe e la mozzarella a pezzettini. Mescolate bene tutto con una forchetta.

2 Riempite i fiori con il composto di mozzarella e ricotta, chiudendoli bene alla punta. Infarinateli e passateli nella pastella. Friggeteli poi, un poco alla volta, in olio bollente.  Trasferiteli su carta assorbente e poi serviteli ben caldi.

 

 

 

SPUMA AL LIMONE

spuma-di-limone

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

3 cucchiai di zucchero
80 ml di succo di limone
1 foglio di colla di pesce
3 albumi
Sale
200 ml di panna

Per la salsa
200 g di fragole
70 g di zucchero

PROCEDIMENTO

Scaldare lo zucchero con il succo di limone.

Ammollare la colla di pesce in acqua fredda, poi strizzarla e unirla allo sciroppo di limone.

Montare gli albumi a neve con un pizzico di sale.

A parte, montare anche la panna e poi unirla al succo di limone e zucchero.

Alla fine, incorporare gli albumi delicatamente.

Trasferire il composto nelle coppe e farlo rassodare in frigo per qualche ora.

Intanto, preparare la salsa frullando lo zucchero e le fragole.

Servire la spuma al limone con la salsa di fragole.

Risparmiare gas ed energia in casa. Ecco come fare

Risparmiare gas edfornelli energia in cucina si può, attraverso alcuni piccoli accorgimenti da mettere in pratica, che permetteranno anche di guadagnare tempo prezioso e di ottimizzare il ricorso alle risorse energetiche, rendendo così le bollette più leggere. Ecco alcuni consigli pratici.

Riscaldamento dell’acqua

 

Una pentola piena d’acqua potrà essere posizionata vicino ad una stufa o ad un termosifone in inverno e sotto il sole in estate. Utilizzare un bollitore elettrico a risparmio energetico permetterà di portare ad ebollizione l’acqua in breve tempo e di consumare meno gas.

 

Cottura della pasta

 

Non è necessario che l’acqua abbia iniziato a bollire per versare la pasta nella pentola. E’ possibile agire già poco prima che l’acqua raggiunga il punto di ebollizione. E’ bene non attendere troppo, una volta che l’acqua bolle, nel buttare la pasta. Non gettare l’acqua di cottura della pasta. Scolare la pasta raccogliendo l’acqua in una ciotola, in modo da poterla utilizzare per lavare i piatti e consumare così meno acqua.

 

Cottura al vapore

 

La cottura al vapore permette la preparazione di pietanze utilizzando una fiamma sempre bassa e che può essere addirittura spenta alcuni minuti prima del termine della cottura, quando ormai si sarà sviluppato vapore a sufficienza per portarla a termine.

 

Cottura dei legumi

 

Tra i legumi essiccati, lenticchie, ceci e piselli sono quelli che richiedono tempi di cottura minori. Per poter dimezzare i tempi è anche possibile utilizzare la pentola a pressione.

E’ inoltre possibile portare ad ebollizione i legumi nella loro acqua di cottura, spegnere il fornello ed attendere un’ora. I legumi si saranno ammorbiditi e i tempi di cottura necessari risulteranno inferiori.

 

 

Usare sempre il coperchio

 

Il coperchio è un importante alleato mentre si cucina, poiché permette di ridurre i tempi di cottura e di risparmiare gas o energia elettrica. Dunque non bisogna dimenticare mai di utilizzare i coperchi, sia nel caso in cui vi serviate di pentole, sia che preferiate le padelle.

 

Riscaldamento dei cibi

 

Se sapete di dover riscaldare del cibo per il pranzo o per la cena, che avevate conservato in frigorifero, ricordarsi di estrarlo un po’ di tempo prima, anche con un’ora di anticipo, in modo da abbreviare il tempo necessario.

 

Forno elettrico

 

I forni moderni raggiungono la temperatura desiderata in tempi brevi. Ecco perché il più delle volte risulta inutile preriscaldare il forno prima di iniziare la cottura. Oltre ad evitare il preriscaldamento, è bene sapere come i forni spesso siano in grado di mantenere la propria temperatura costante anche per 20 minuti una volta spenti. Ecco perché è possibile spegnere il forno 10-20 minuti prima della cottura, risparmiando energia.

 

Spegnere le luci

 

Le luci posizionate al di sopra dei fornelli non sono il più delle volte dotate dilampadine a risparmio energetico. E’ dunque possibile intervenire con una sostituzione delle stesse, anche se la regola principale consiste nel non lasciare accese tali luci inutilmente. Per risparmiare energia, accendere le luci soltanto al momento del bisogno.

In tempi di crisi, piccoli e utili consigli per ridurre le spese familiari.

Search