Crea sito

Archive for febbraio, 2014

La Tisana per Combattere l’Influenza: ecco la Ricetta

Paglio-e-limoneer un motivo o per l’altro l’influenza ce la becchiamo… Vuoi che la portano a casa i bimbi da scuola, vuoi che un colpo di freddo ci coglie all’improvviso, vuoi che le nostre difese immunitarie vanno in letargo… insomma febbre, raffreddore, tosse e virus intestinali la fanno da padroni!
Ma c’è sempre una soluzione naturale per sconfiggere i virus e i batteri che martoriano il nostro organismo, l’unica cosa che forse vi bloccherà un po’ è il gusto e l’odore, ma si sa le cose che fanno bene non sono sempre buone!!
Per combattere l’influenza possiamo usare l’infuso di aglio e limone! L’aglio è un potente antimicrobico, contiene l’allicina che abbassa il colesterolo e la pressione e potenzia le nostre difese immunitarie. La scorza di limone è battericida, agisce soprattutto su meningococco, gonococco, dissenteria, colibatteri, difterite.
Ecco come prepararlo e come assumerlo. Ingredienti: un limone biologico, uno spicchio d’aglio, una tazza d’acqua.
Mettete sul fuoco un pentolino con l’acqua e immergetevi il limone intero e lavato, facendo attenzione ce sia completamente coperto (al massimo aggiungere un po’ d’acqua ma non troppa) e poi l’aglio con tutta la buccia.
ATTENZIONE: per girare la tisana utilizate esclusivamente cucchiai in legno o ceramica.Portare ad ebollizione e lasciare sobbollire per 7 minuti a fuoco moderato. Attenzione che il limone non si rompa, l’infuso sarebbe a questo punto imbevibile.
Passati i sette minuti spegniamo il fuoco e togliamo limone e aglio (buttateli pure), lasciare intiepidire prima di bere la tisana.
In caso di febbre e sintomi influenzali vari la tisana va bevuta ogni 4 ore, grazie alla sua azione antibiotica naturale, noteremo subito i miglioramenti.
Questa tisana è l’ideale anche per asma, bronchiti, herpes, varicella.
Se volete potete usarla anche per prevenire l’influenza, bevendola una volta al giorno per una settimana.
Se dovete darla ad un bambino potete aggiungere del miele o della stevia.
[Questa ricetta non vuole in nessun modo sostituire il parere di un medico]

10 ragioni per eliminare latte e formaggi

Da VegSource, ecco un breve riepilogo del perche’ i latticini vanno evitati!bere-latte1. Il prodotti caseari distruggono le ossa.
I paesi del mondo in cui si beve più latte hanno PIU’ osteoporosi e fratture del bacino. Di pari passo con l’aumento del consumo di latte/latticini e di calcio aumentano anche i fattori di rischio per l’osteoporosi e le fratture ossee. Gli alti livelli di sodio e proteine animali procurano all’organismo acidosi metabolica (in pratica il sangue diventa acido). Per compensare questo, l’organismo estrae i minerali dalle ossa (tra cui il calcio, appunto) – per sfruttare il loro grande effetto alcalinizzante – e poi li elimina nell’urina. In sintesi: più latte e latticini si assumono, più si hanno perdite ossee.
2. Ci sono eccellenti fonti vegetali di calcio che non provocano acidosi metabolica;
anzi, sono alcalinizzanti e aiutano la salute delle ossa. I broccoli, il cavolo, gli altri ortaggi a foglia verde, i semi di sesamo, il tahini, il tofu con aggiunta di calcio e i latti vegetali e succhi di frutta fortificati hanno quantità adeguate di calcio che soddisfano il fabbisogno giornaliero.
3. Il fattore in assoluto più importante per la salute delle ossa è il movimento.
Per aumentare e mantenere la densità ossea, è necessario porre sotto tensione le ossa regolarmente. Per aumentare la massa e prevenire l’osteoporosi introducete allenamenti di resistenza e qualche attività come il camminare o lo jogging. Questo fattore è di gran lunga più importante di qualsiasi componente nutrizionale.
4. La caseina – la principale proteina del latte – provoca dipendenza psicologica.
Avete notato che più formaggio si mangia, più se ne desidera? Nel cervello, quando si beve latte o si mangiano formaggi, si formano le casomorfine. Si tratta di sostanze simil-oppiacee che producono euforia, e fanno sentire il bisogno di ingerire altro latte/formaggi. L’unico modo per interrompere questo ciclo di dipendenza è smettere completamente.
5. La caseina è un potente cancerogeno.
Il dott T. Colin Campbell, autore di The China Study, in decenni di ricerche ha scoperto che la caseina è un potente promotore del cancro.
6. I prodotti caseari producono alti livelli di grassi saturi e colesterolo, note cause l’aterosclerosi.
Questa conduce alla cardiopatia.
7. Anche la vitamina D ha un importante ruolo nella salute delle ossa.
Indipendentemente dalla quantità di calcio che si consuma, per assorbirlo serve la vitamina D. Inoltre, il 70-97% della popolazione ha livelli di vitamina D insufficienti o carenti. Domandate al vostro medico un esame della 25-idrossivitamina D, e se il livello risulta essere al di sotto di 35-50 ng/mL, aggiungete una dose giornaliera di luce solare (basta qualche minuto nelle ore centrali della giornata senza filtri solari). Se questo non migliora i vostri livelli di vitamina D, c’è bisogno di un integratore.
8. Noi siamo l’unica specie che beve le secrezioni della lattazione di un’altra specie
NONCHE’ l’unica specie che continua a bere latte dopo lo svezzamento.
9. Oltre ad essere in sé poco salutari e a favorire malattie,
i prodotti caseari sono pieni di pesticidi, antibiotici, ormoni (anche se provenienti da allevamento biologico), steroidi, metalli pesanti e altre tossine somministrate ai bovini per aumentare la produzione di latte.
10. Il 70% della popolazione mondiale è intollerante al lattosio.
Il fatto che la maggior parte degli esseri umani reagisca con dolorosi sintomi gastrointestinali al consumo di prodotti caseari, dimostra che l’organismo umano non è fatto per il consumo di latte e latticini. Attualmente medici e dietisti spingono per l’uso dell’enzima lattasi e di altri medicinali che alleviano i sintomi per assicurare “adeguata” assunzione di prodotti caseari. Ma se dobbiamo forzare il nostro corpo ad accettare qualcosa che non vuole, non è forse segno che c’è qualcosa di sbagliato?

TORTA DELL’ AMORE

torta-dell-amore
INGREDIENTI: •150 gr di farina •80 gr di cioccolato bianco •100 gr di nocciole •8 uova •150 gr di zucchero •gelatina di albicocche q.b. •glassa rosa q.b. •glassa bianca q.b. •zuccherini colorati q.b. Preparazione Lavorate in una ciotola lo zucchero ed i tuorli; tagliate a pezzetti il cioccolato bianco e tritate le nocciole. In un altro contenitore montate a neve gli albumi ed aggiungete un cucchiaio di zucchero. Unite al composto di zucchero e tuorli il cioccolato bianco, le nocciole tritate, poco alla volta gli albumi montati a neve ed infine aggiungete la farina; versate l’ impasto in uno stampo per torta, possibilmente a forma di cuore e cuocete in forno a 180° per un’ ora. Togliete la torta dal forno, lasciatela raffreddare e spalmatela di gelatina di albicocche calda; poi distribuite la glassa rosa. Trasferite la glassa bianca in una tasca con beccuccio a stella e create sul bordo della torta tanti piccoli ciuffi bianchi. Fate asciugare la torta ed infine decoratela con gli zuccherini colorati, meglio se rossi e a forma di cuore.

Search